Home / Artigiani del Gusto / Fragole: tutto quello che devi sapere

Fragole: tutto quello che devi sapere

Mi chiamo Caterina Saccone e sono una Biologa Nutrizionista.
Il mio lavoro è anche la mia passione, credo fermamente che il cibo non sia solo un insieme di nutrienti, il
cibo è cultura, il cibo è tradizione ma soprattutto il cibo è vita. 

Per vivere bene è indispensabile conoscere quello che mangiamo, la consapevolezza ci rende liberi di scegliere quello che è meglio per noi. Nel mio piccolo cercherò di stupirvi e di guidarvi nel magico mondo degli alimenti.
https://instagram.com/nutrizionista.informa?igshid=1fujkwrpfl7o8
caterinasaccone.bio@gmail.com

 

C’è chi le mangia con la panna montata, chi al naturale e chi le preferisce con del succo di limone, fresche e zuccherine, le fragole sono sicuramente tra i frutti prediletti di questa stagione.

Sapevate che ne esistono più di 600 varietà?

Questi piccoli frutti sono un concentrato di benefici, non solo sono buonissime ma mangiarle fortifica anche il nostro sistema immunitario.

Sono utili per prevenire malattie cardiache, ictus, costipazione e diabete.

Le fragole sono ricche di vitamina C, potassio, acido folico e fibre. Tutti nutrienti essenziali che supportano il funzionamento quotidiano della straordinaria macchina che è il nostro corpo.

Le fragole sono fortemente ipocaloriche e quindi adatte a qualsiasi tipo di alimentazione, in quanto sono costituite per il 90% d’acqua.

Nello specifico 100g di fragole contengono:

  • 30Kcal
  • Carboidrati: 5,3g
  • Proteine: 0,9g
  • Lipidi: 0,4g
  • Fibra alimentare: 1.6g
  • Calcio: 35mg
  • Potassio: 160mg
  • Vitamina C: 54mg

Le fragole contengono anche una serie di potenti antiossidanti, tra cui antociani, acido ellagico, quercetina e kaempferolo. Questi composti, agendo contro i radicali liberi sono in grado di ostacolare l’insorgenza di infiammazioni diffuse e di conseguenza di inibire la proliferazione delle cellule tumorali.

C’è da chiarire che, sebbene nessun frutto o alimento in generale agisca come trattamento diretto contro il cancro, fragole e frutti simili potrebbero aiutare a ridurre il rischio che alcune persone sviluppino la malattia.

Le fragole sono disponibili fresche o congelate, liofilizzate, essiccate, sotto forma di confetture, sciroppi, succhi o di gelatine. Io consiglio sempre prodotti freschi e non processati per scongiurare il rischio di incappare in prodotti troppo zuccherosi e ricchi di additivi.

Se vi piacciono le bevande al gusto di fragola perché non optare per un frullato a base di latte e frutta fresca? In questo modo otterrete una merenda salutare, nutriente e saziante senza sensi di colpa.

Le fragole sono senza dubbio un alimento straordinariamente ricco di qualità nutrizionali, ma attenzione! Rientrano allo stesso tempo anche nella lista dei cibi con i più alti livelli di residui di pesticidi e quindi è consigliabile non eccedere nel loro consumo. Per questa ragione spesso si consiglia di consumare prodotti biologici, tuttavia il beneficio nutrizionale che si riceve da una dose giornaliera anche di 200/250g è nettamente superiore rispetto al rischio di esposizione a pesticidi.

Chi assume beta bloccanti o coloro che soffrono di patologie renali dovrebbero moderare il consumo di fragole a causa dell’alto contenuto di potassio.

Inoltre per chi soffre di riniti o reazioni allergiche le fragole sono sconsigliate in quanto alimenti istamino-liberatori.

Fatta eccezione per questi casi mi sento di dire che la frutta fresca è sempre un’ottima alternativa per una merenda salutare e rinfrescante.

 

 

 

Guarda Anche

CAMPOLI: LA PRIMA GOCCIA DELLA CULTURA GATRONOMICA ITALIANA

Fabio Campoli. Lo Chef “rinascimentale” che inventa e innova la cucina, sviluppando sempre nuove idee …