Home / Artigiani del Gusto / UN DRINK PER LA QUARANTENA: IL “BURROWS” DI ANTONIO MASI. a cura di CARLO DUTTO

UN DRINK PER LA QUARANTENA: IL “BURROWS” DI ANTONIO MASI. a cura di CARLO DUTTO

La rubrica  del cocktail e i suoi protagonisti a cura di Carlo Dutto. La mixology non perde il suo entusiasmo di creare e miscelare sapori e ingredienti spettacolari. Arriva un drink da preparare a casa grazie ad Antonio Masi capo bar del Tatabui bistrot e cocktail bar di Torino.

Andiamo a conoscere il cocktail che trova la sua ispirazione da un film avvincente.

DRINK: BURROWS
(ispirato al film ‘The  Darwin Awards’, di Finn Taylor, 2006)

BARMAN: Antonio Masi, capo bar del Tatabui bistrot e cocktail bar di Torino

INGREDIENTI:
5 cl Ramsbury Gin
3 cl Vermouth Rosso OSCAR.697
1,5 cl Amaro Formidabile
1 spoon estratto di tamarindo Erba

Bicchiere:  Rock basso

PREPARAZIONE:
Preparare il cocktail direttamente nel bicchiere: versare tutti gli ingredienti e miscelare fino a far sciogliere l’estratto di tamarindo. Riempire di ghiaccio fino a colmare e girare il tutto con una “cucchietta”, attenti a non farvi  male…

ISPIRAZIONE:
The Darwin Awards è un’originale commedia indie presentata al Sundance Film Festival che riporta come sottotitolo italiano ‘Suicidi accidentali per menti poco evolute’ e ha ispirato un drink a sua volta ispirato al nome del protagonista, interpretato da Joseph Fiennes. Michael Burrows è un criminologo maniaco del controllo, emofobico e ossessionato dai Darwin Awards, premio sarcastico che ogni anno viene attribuito alla persona morta nel modo più stupido e bizzarro. Un cliente difficile da soddisfare, anche perché, forse, anche astemio. Ma in un mondo dove esisteuna persona che attacca un razzo alla propria  auto, perchè non provare a far bere un astemio? E poi la bellissima Siri – Wynona Ryder – insofferente verso alcuni suoi comportamenti, sarà  un’ottima spalla complice e renderà il lavoro più semplice… Il barman Antonio Masi ha immaginato questa coppia improbabile al bancone del bar. Protagonista del drink è il Ramsbury Gin, che rappresenta Burrows, inglese come Fiennes, Single Estate Gin dalle molte sfaccettature come il protagonista, prodotto con 9 componenti botaniche: ginepro, mela cotogna, coriandolo, angelica, radice dell’iris (giaggiolo), liquirizia, limone, arancia e cannella, distillate insieme con alambicco tradizionale per gin in rame. I due italiani Vermouth Rosso OSCAR.697 e Amaro Formidabile delineano il carattere di Siri, con il tamarindo a ritagliarsi la veste di ingrediente insolito, rappresentando le assurdità ‘reali’ che accadono nel  film.

Guarda Anche

VACANZE: COLDIRETTI, UN MILIONE IN AGRITURISMO A SETTEMBRE

Sono circa un milione gli italiani in vacanza a settembre che hanno scelto l’agriturismo per …