Home / Artigiani del Gusto / LE ATTIVITA’ DEI NAS PER LA SICUREZZA ALIMENTARE

LE ATTIVITA’ DEI NAS PER LA SICUREZZA ALIMENTARE

Nei giorni scorsi il NAS di Catania, nell’ambito di una serie di controlli finalizzati a verificare la sicurezza dei prodotti alimentari pasquali, ha deferito in stato di libertà il titolare di un’azienda agricola.

L’indagato è accusato di aver macellato capi ovicaprini in un mattatoio privo di registrazione sanitaria ed in precarie condizioni igienico-sanitarie. Durante gli accertamenti, infatti, i militari hanno rinvenuto 2 carcasse di animali morti e 18 pelli appartenenti a ovini abbattuti in precedenza.

Nel corso delle medesime indagini, inoltre, i militari hanno posto i sigilli anche su un altro locale abusivo, situato in un edificio attiguo all’azienda agricola, anch’esso privo dei previsti requisiti igienico-sanitari e strutturali.

Il valore dei provvedimenti adottati dai Carabinieri è di 250.000 euro.

L’emergenza connessa all’epidemia COVID19 non ferma i controlli dei Carabinieri del NAS nel settore alimentare.

Il Nucleo di Potenza, unitamente ai colleghi dell’Arma Territoriale, ha infatti effettuato un’ispezione igienico sanitaria presso un supermercato lucano, all’interno del quale ha rinvenuto e sequestrato una tonnellata di alimenti recanti data di scadenza e termine minimo di conservazione decorsi di validità.
Nel corso del medesimo controllo, inoltre, i militari hanno riscontrato numerose carenze igieniche e strutturali, nonché l’attivazione di ben 3 depositi alimentari abusivi. La gravità delle violazioni accertate ha portato alla sospensione immediata dell’attività, dal valore di 750.000 euro circa.

Guarda Anche

STOP A PESCE FRESCO, SCATTA FERMO PESCA

Stop al pesce fresco a tavola per l’avvio del fermo pesca che porta al blocco delle attività …